Le recensioni (e trasformazioni) dei nostri amici a 4 zampe

Andreana ed i suoi tedeschi ora vivono in totale relax anche con l'arrivo di ospiti in casa e in associazione, un bel traguardo se pensi che fino a qualche mese prima di iniziare a seguire il metodo EmpathyDOG doveva tenerli chiusi per paura che accadesse qualcosa di brutto.
Lucina ha capito quanto è importante rispettare alcune semplici regole per vivere bene senza stress e senza metodi coercitivi. In questo modo è riuscita ad instaurare un rapporto ancora più forte ed unito con i suoi cani e a dar loro maggiore sicurezza.
Alessandra da quando ha iniziato a seguire il metodo EmpathyDOG ha imparato ad osservare il cane, leggere i suoi segnali e creare quel rapporto di fiducia e rispetto che ha sempre desiderato avere con il suo cane e a lavorare sulle sue paure per evitare ulteriore stress 
Tutto questo senza usare il cibo e metodi coercitivi...semplicemente conoscendo la sua naturale comunicazione ed esigenze.
Diventare un leader e saper gestire le varie difficoltà che possono verificarsi nella quotidianità è l'unica soluzione che hai per poter dare al tuo cane tutto ciò di cui ha bisogno.
Non servono esercizi se non sai come comunicare, non serve riempirlo di cibo se poi non sai e metti in pratica le sue esigenze e bisogni fondamentali.
Melania è alla prima esperienza con il suo cane e quando ti ritrovi a condividere con lui ogni istante senza una guida ed un aiuto ci si ritrova spiazzati.
Questo accade perché la cinofilia solitamente tende ad insegnare solamente  qualche esercizio e non a dare le competenze per una conoscenza profonda e sincera.
Grazie ai principi fondamentali ed essenziali, alla leadership, alla comunicazione potrai avere un cane calmo, connesso e felice di stare con te.
Sarà un'esperienza unica e magica! 
Paolo prima di conoscere EmpathyDOG aveva problemi a farsi ascoltare dalla sua Annie e non appena ne aveva l'occasione scappava per ore ed ore e non era così obbediente ne i casa ne fuori. Non riusciva a far andare d'accordo le due cagnoline. Ma dopo aver seguito il metodo empathydog ora finalmente può far convivere Annie con , cavalli, asini e gatti e Bunet l'altra cagnolina di casa
Paola e Argo ora sono una coppia affiatata, non hanno più bisogno di parlare e riescono a capirsi solo con uno sguardo...eppure Paola prima aveva seguito altri corsi e riuscire ad educare il suo maremmano non è cosa da tutti!
Tutto questo grazie al metodo EmpathyDOG 
Patrick ha cani da una vita e non ha mai fatto corsi di educazione cinofila.
Dopo l'arrivo della piccola Melody e dopo essersi accorto che da solo non sarebbe mai riuscito a risolvere quei problemi che hanno la maggior parte delle persone ha deciso di affidarsi al metodo EmpathyDOG ed ora ha la competenze necessarie per poter convivere e comunicare con i suoi cani cambiando per primo la sua mentalità e di conseguenza facendo vivere bene anche i suoi cani.
Anna ha iniziato a seguire il metodo EmpathyDOG da quando per la prima volta ha visto un mio video ed ha iniziato a porsi delle domande... inizialmente con mirò, il suo jack russel, tutto sembrava andare bene. Lui ascoltava, non creava problemi ma nonostante questo sentiva che mancava qualcosa. Questa lacuna è stata accentuata con l'arrivo di eva, una segugina che arriva dal sud, che soffriva d'ansia d'abbandono.
Si, ho scritto soffriva, perché ora, grazie al video corso di Dog Trainer Academy, è solo più un ricordo.
Seguendo i video ha risolto i suoi problemi anche se c'è distanza tra me e lei, questo perché il corso non serve al cane ma serve alle persone ed Anna ha dimostrato che se sai metterti in gioco e sai ascoltare e mettere in pratica quanto spiego nei video puoi ottenere grandi risultati!  
Livio era alla sua prima esperienza con un cane..per evitare ulteriori stupidaggini con il fai da te decidono di affidarsi ad alcuni centri cinofili nella zona senza però ottenere risultati..anzi invece di avere una soluzione alla loro situazione ha ricevuto solo ed esclusivamente porte in faccia.
Le hanno detto che non avrebbero mai ottenuto risultati e che Lilith non avrebbe mai socializzato con altri cani e che sarebbe sempre stata una cagnolina problematica..per fortuna non si è mai arreso e dopo aver iniziato il percorso con EmpathyDOG hanno iniziato ad avere risultati e soprattutto vedere Lilith serena e felice.
Stefania ha sempre avuto cani e non ha mai avuto problemi nel relazionarsi con loro fino a quando Jack è entrato a far parte della sua vita.
Jack è un cane recuperato che aveva molti problemi legati alla paura e alla sua aggressività con le persone dovute al suo passato.
Ora Stefania non solo riesci a godersi i suoi cani in totale relax e serenità, riesce a capire come rendere tranquillo il suo Jack e riesce ed ha iniziato a collaborare con EmpathyDOG...la sua passione per i cani e la sue capacità l'hanno portata dove neanche lei pensava di arrivare.
Ora lei ed i suoi cani sono al settimo cielo!!!

Genny dopo molti dubbi e perplessità si è decisa di affidarsi al metodo EmpathyDOG seguendo le lezioni tramite i video corsi.
Quello che capita a molti è proprio di essere scettici, di non fidarsi e di avere sempre paura.
La paura fa parte della vita e fa parte del cambiamento.
Tuttavia questa paura può bloccarti per sempre oppure può farti prendere coraggio e farti fare quel salto che molte altre persone prima di te hanno fatto.
La paura ti spinge a chiudirti o fare qualcosa in più per risolvere la situazione..questo è quello che ha fatto Genny.
Ha usato la paura per fare quel salto di qualità nel rapporto con il suo dexter ed ora in solo mese da quando segue il video corso ha cambiato e stravolto la sua vita e quella del suo amato cane, nonostante avesse tutti contro.
Ora lei finalmente ha compreso come gestire il rapporto con il suo amato cagnone.
E tu che decidi di fare?

La storia di Alessandro e della sua Angi, una femmina di pastore australiano, può essere simile ad una delle tante che hai già sentito o che magari hai anche vissuto.
Hai accolto un cane nella tua vita perché volevi portarlo ovunque con te ed invece quello che ti sei ritrovato a vivere è stato un vero e proprio inferno. 
Alessandro non riusciva a fare nulla con il cane e spesso litigava anche con la moglie proprio per i problemi che aveva nella gestione della quotidianità.
Non riuscivano ad andare al bar, godersi una passeggiata, un attimo tranquilli in libertà, un caffè al bar, far venire persone a casa....insomma la loro vita era un vero inferno e nonostante i percorsi fatti, i soldi spesi, il tempo investito e anche i veterinari non hanno ottenuto nulla di che.
Come può essere che solo grazie ad un video corso tu riesca ad ottenere quello che non sono riusciti dal vivo?
Perché non si può e non si deve basare l'educazione del cane solo ad alcuni esercizi.
Il cane ha bisogno di soddisfare i suoi bisogni essenziali e fondamentali, ha bisogno di avere un leader e di essere trattato come un cane.

Questo è l'unico e vero segreto ed io sono qui per svelartelo! 
La storia di Erika può essere d'esempio a molti che decidono di salvare ed aiutare dei cani meno fortunati che arrivano dal sud.
Ti fai prendere dalla voglia di aiutare quelle piccole anime indifese e pensi che l'esperienza con gli altri cani ti possa essere sufficiente.
Poi ti accorgi che due cani, cuccioli, presi dal sud con un passato non facile hanno delle carenze e delle difficoltà nel rapportarsi con il mondo esperto.
Con tutto l'amore e la voglia del mondo hai pensato che dargli una casa, un tetto e amore sarebbe bastato.
CERTO QUESTE SONO COSE ED IMPORTANTI PER FARLI VIVERE SERENI E FELICI.
Tuttavia sapere come comunica un cane, sapere come gestire i suoi spazi, le relazioni, sapere come comportarsi in ogni momento che trascorri con lui, sapere come gestire i tuoi dubbi e le tue insicurezze per non fare danni sono quelle competenze che ti salvano la vita e la salvano al tuo cane, in questo casa alle due cucciole.
Beh Eirka è stata bravissima perché si è accorta di aver bisogno di un aiuto concreto e non ha perso tempo.
Ora sta imparando a risolvere i problemi che una vita da canile hanno creato alle cucciole e sta imparando a gestire ogni momento con il giusto atteggiamento mentale grazie al video corso ed al gruppo di supporto!
Tu cosa aspetti a rendere ogni istante della vostra vita magico? 
Monica è una mamma, una moglie ed una donna che lavora...
Come tutte le donne hanno molto da fare.
La gestione di tutta la famiglia non è così semplice e soprattutto trovare il tempo per portare ad educarli è quasi impossibile.
Vivere una vita in questo modo non ha nessun senso.
Purtroppo la cinofilia molto spesso invece di dare le competenze alle persone ti insegna ad inibire il rapporto e la relazione che hai con il tuo cane.
Ma come si può pensare che un rapporto con il proprio cane sia fatto solo di punizioni, di rabbia, di farmaci per calmarlo.
Se vuoi costruire un rapporto basato sulla fiducia, rispetto, amore e collaborazione hai solo una strada da percorrere.
Questa strada è fatta dai alcune piccole e semplici regole, conoscere e soddisfare i principi fondamentali ed essenziali del tuo cane e saper affrontare la quotidianità con sicurezza.
Questa è la strada che ha perso Monica e quelli che ti ha raccontato sono i risultati che è riuscita ad ottenere, nonostante la sua vita sia molto intensa.
Tu che cosa vuoi ottenere?
Da oggi lo puoi raggiungere, ed io sono qui per aiutarti!
 
Alessandra segue il metodo EmpathyDOG praticamente da quando ho deciso di divulgarlo.
In passato ha frequentato altri centri cinofili e con il suo baloo, un maltesino, ma non era soddisfatta.
Il classico comprare la fiducia del cane con i premi in cibo, e fare i classici esercizi in modalità soldatino...
Non era convinta e si era accorta anche lei di quanto tutto questo modo di lavorare con il cane, di questo tipo di educazione e del rapporto che stava istaurando non poteva portare ai risultati desiderati.
Ora Alessandra ed il suo Baloo vivono un rapporto magico, riesce a fare esercizi che a volte mi stupisco anche io...i maltesi non sono così facili come cani, tuttavia lei si impegna ogni giorno a rispettare il suo modo di comunicare, applicarlo, soddisfare i suoi bisogni essenziali ed i principi fondamentali che servono ad OGNI cane.
Solo così potrai creare il rapporto che hai sempre desiderato.  
 
Rossella anche a distanza è riuscita a cambiare il suo rapporto con le sue due cagnoline.
Nonostante il suo impegno ed i vari professionisti che ha contatto non era ancora riuscita a creare quel tipo che legame che desiderava.
Cambiare il modo di rapportarsi nei confronti del proprio cane è il primo passo per risolvere quei problemi fastidiosi che ti impediscono di vivere sereno e felice.
Cosa vuol dire cambiare modo di rapportarsi?
Prima cosa smettere di pensare che il cane sia solo esercizi da fare in modalità soldatino, che sia solo da coccolare e che sia solo da sgridare...
Devi mettere in atto alcune "regolette" fondamentali per il cane e di conseguenza per il vostro benessere, devi pensare che tutto parte da te e dal tuo stato emotivo e di quello che pensi che possa accaderti!
Vivere nella paura non aiuta ne te ne il tuo cane...ecco perché conoscendo i principi fondamentali ed essenziali del cane, sapendo che atteggiamento devi avere quando sei con lui/lei e conoscendo il suo modo di comunicare puoi capire come risolvere quei problemi che tanto vi limitano...
...proprio come è successo a Rossella!
Cosa aspetti a rendere felice il tuo cane ed esserlo ancora di più te??
 
Avere un cane deve essere un piacere e non un dispiacere.
Si deve avere un rapporto equilibrato, fatto di dare ed avere, di regole e di libertà, di fiducia, rispetto e di amore.
Ma deve essere fatto anche di comunicazione e di conoscenza della "psicologia" canina.
Per evitare spiacevoli inconvenienti o anche solo una vita di rinunce si dovrebbe imparare queste competenze sin dal primo momento che il cane entra in casa!
Non importa quanti anni abbia, se sia cucciolo o adulto, maschio o femmina, pauroso o no, aggressivo o timido... quello che importa è che per vivere bene con il tuo cane impari a conoscerlo in profondità grazie ai suoi bisogni essenziali e fondamentali.
La stessa cosa che ha fatto Margherita con i suoi due splendidi e maremmani.
Tu che tipo di rapporto vuoi con il tuo cane?
 
La relazione è alla base di qualsiasi rapporto.
Per relazione si intende uno scambio di energia, di collaborazione, di condivisione di esigenze, di necessità...e molto altro ancora.
Per creare questa relazione non servono solo esercizi, anche se importanti, serve anche molta umiltà, conoscenza del cane in tutte le sue forme, attitudine da leader, spirito di sacrifico e costanza.
Ecco perché nonostante si frequentino svariati corsi o centri cinofili, se non c'è la vera comunicazione, quella invisibile che parte dal cuore e arriva arriva direttamente nel cuore del tuo cane non si può ottenere nessun risultato.
Giulia ha capito l'importanza di questo concetto, di quanto sia fondamentale essere un buon leader ed ora vive una vita serena con la sua golden.
Ricordati, sei sempre in tempo per dare una svolta alla vostra vita.
La prima lezione inizia proprio da qui, da quanto sei disposto a cambiare per il bene tuo e del tuo cane e da quanto hai sete di nuovi concetti.
Ecco cosa può fare EmpathyDOG per te!
Paola prima di conoscere il metodo EmpathyDOG ha girato vari centri e sono anche arrivati a dare psicofarmaci al cane.
Assurdo!
Questo perché invece di capire i problemi che impediscono di creare un rapporto di amore e fiducia si arriva a rimedi si veloci, ma che non ti danno le competenze necessarie per capire a fondo ciò di cui ha bisogno.
Da quando ha iniziato a seguire il metodo EmpathyDOG ha iniziato a vedere la lilla molto più obbediente e tranquilla... e a viversi la vita che ha sempre desiderato.
Mara dopo aver accolta la sua cucciola al canile ed essersi accorta che aveva dei problemi ha deciso di smettere di fare di testa sua e di affidarsi a qualcuno per farsi aiutare.

Lei fortunatamente non ha seguito altri metodi ed ha subito iniziato a seguire il metodo EmpathyDOG ed anche a distanza è riuscita a risolvere i suoi problemi.

L'unica cosa che conta da fare è avere le competenze necessarie per capire come interagire con il proprio amico peloso.

Non serve altro che il giusto metodo, la corretta comunicazione e la voglia di mettersi in gioco, proprio come ha fatto Mara per il bene della sua cucciola.
Educare un cane non è solo questione di addestramento e di obbedienza, non si tratta solo di esercizi fatti in modalità soldatino.

Non è solo ed esclusivamente andare in un centro cinofilo e strattonare per farsi ascoltare.

Avere un cane vuol anche dire comprenderlo, guidarlo nella vita di tutti i giorni, aiutarlo a superare le difficoltà, imparare a comunicare secondo il suo linguaggio e le sue esigenze e molto altro.

Ecco questo è quello che ha fatto Giovanna grazie al video di corso di Dog Trainer Academy, è riuscita a creare un rapporto di amore e fiducia con il proprio cane rimanendo comodamente a casa sua.

Questo risultato lo puoi raggiungere anche tu insieme al tuo cane con il mio aiuto, quello del mio staff e dei compagni di viaggio che trovi nel gruppo di supporto.
Marco e Mia hanno iniziato la loro convivenza circa 1 anno e mezzo fa...come tutti i cuccioli hanno iniziato a creare dei "problemi" dovuti alla gestione errata di alcuni momenti.

Purtroppo le cose da sole non migliorano e così ha iniziato a seguire i classici metodi con collare a strozzo, cibo e metodi coercitivi.

Marco ha fatto la scelta giusta per se e per la sua cucciola, ha deciso di abbandonare i classici metodi e di iniziare a creare un rapporto basato su fiducia, rispetto e collaborazione per riuscire a vivere una vita ricca di emozione e non di rinunce...e questo anche rimanendo a Roma.

Tutti abbiamo diritto di vivere sereni e felici...questa è la mia missione, dare a te ed al tuo cane le stesse possibilità che ha avuto Marco, io ed altri centinaia e migliaia di allievi.
Come è possibile educare un cane senza lavorarci insieme e senza vederlo?? 

​Molto semplice. 

​Educando la persona che si occupa del cane, ovvero il suo compagno umano. 

​​​Eh si ti sembrerà strano, quasi impossibile, ma il 90% dei miei allievi non li ho mai visti dal vivo eppure hanno risolto i loro problemi ed ottenuto risultati. 
​​​Come è possibile?
 
​​​E' più semplice di quanto sembra, non serve altro che conoscere i 5 pilastri per instaurare un rapporto in empatia con il proprio amico peloso e tutto si risolve. 

​​Principi fondamentali, comunicazione, rispetto, fiducia e amore.... tutto applico secondo le esigenze del cane e non secondo quelle umane. 

​​Ecco il vero segreto, trattare il cane come un cane e dare al "proprietario" le competenze necessarie per poter affrontare una vita piena di soddisfazioni e ricca di emozioni. 

La storia di Mik e quella di Margot non è una convivenza di difficoltà e di problemi questo perché Mik ha capito quanto fosse importante conoscere a fondo il proprio cane per renderlo felice.

Tuttavia ci sono alcune persone che hanno davvero seri problemi e anche se non conosco e vedo di persona il tuo cane posso aiutarti consegnandoti nelle tue mani i 5 pilastri e dandoti la possibilità di viverti il cane come lo hai sempre desiderato.​​​​

​​E tu che cosa vuoi dalla relazione con il tuo migliore amico? 

​​Se vuoi vivere anche tu un rapporto come quelle di Mik e la Sua Margot allora entra nel mondo di EmpathyDOG
Potersi godere una vita in armonia e felicità con il proprio cane non è una cosa così semplice, specialmente quando è il primo cane o quando il carattere del cane non è così facile da gestire.

Ma come fare a farlo smettere di tirare, a risolvere la sua ansia d'abbandono, a fermarlo quando vede una stimolo forte...?

Gli esercizi si servono, ma servono anche tutte quelle regole, quella conoscenza profonda del suo modo di comunicare e la voglia di imparare e mettersi in gioco.

Questo è quello che ha fatto Luciana ed è quello che è riuscita ad ottenere semplicemente seguendo il metodo EmapthyDOG...tutto senza cibo e senza metodi coercitivi.
Angi e Ricotta hanno iniziato la loro convivenza con qualche difficoltà, come capita a molti.

Ricotta era aggressiva, correva dietro le bici, non sapeva stare da sola, ascoltava poco o nulla e tutti i suoi comportamenti sono​​ aumentati dopo aver seguito il primo educatore.

Il metodo usato era quello​​ con il classico premio in cibo senza tener conto di molti altri aspetti fondamentali ed essenziali per il cane creando così un condizionamento che non ha dato la possibilità ad Angi di poter gestire le varie situazioni che si possono vivere nella quotidianità. 

Un semplice caffè, un aperitivo, una passeggiata o la semplice quotidianità per Angi era diventata un inferno.

​​​​Come si può pensare di educare il cane solo con il cibo, soprattutto in situazioni di aggressività, di ansia d'abbandono o quando corre dietro ai ciclisti?

Diventa impossibile, vero?​​ 

​​Se finisce il cibo e tu non sai come comportati in quella situazione perché hai solo imparato a riempire la sua bocca come fai? 

Vai in ansia e confusione, vero?​​

​​Se vai a fare un aperitivo con il cane per tenerlo buono lo devi riempire di premi?

​​Assolutamente no...

...non puoi basare tutto e solo sul quel tipo di educazione, ​​devi imparare a capire come rendere positiva qualsiasi situazione e capire come comunicare con il tuo cane per poter dare a lui la serenità e tranquillità di cui ha bisogno. 


​​​Non si può e non si deve delegare la sua educazione al cibo...devi saper comunicare con lui e saper tirare fuori il suo aspetto positivo in ogni situazione.

Non trovi che sia più sensato e produttivo sul lungo periodo e soprattutto per il vostro rapporto?

Tu come te lo immagini il vostro futuro?

Quando avrai imparato a comunicare con lui, a soddisfare i suoi bisogni essenziali e fondamentali la vostra vita sarà ricca di emozioni e di momenti da ricordare, da raccontare e da incorniciare.​​​​
Quando il rapporto con il proprio cane diventa difficile, diventa quasi un'ossessione le tue giornate ed il tempo che trascorri con il cane diventa più brutto che bello.

Perché accade questo?

Perché mancano le basi e le competenze necessarie per capire che cosa "dirgli", "come dirglielo" e anche quando.

Tutto dipende da come si comunica e dal tempismo che si usa per comunicare con il cane

Non serve usare premi in cibo o continue punizioni per istaurare un rapporto.

Non serve neanche trattarlo come un bambino.

Devi solamente capire come comunica, i suoi bisogni essenziali e fondamentali e tutto diventerà magico.

Ma sei tu che devi fare il primo passo e potrai vivere anche tu un rapporto come Emanuele vive con il suo Carletto!
Ciao a tutti, io e mia moglie Alessandra Tamaro volevamo condividere con il gruppo la nostra esperienza, in particolare ciò che abbiamo vissuto nell’ultima settimana.
Circa un anno fa abbiamo preso la decisione di accogliere due cani nella nostra vita, due meticci di razza pura: lui, Igor mix maremmano e pastore, esuberante ma insicuro, lei Dani mix pastore tedesco molto paurosa. I cani erano già grandicelli lui 7 mesi e lei 11.
Incoscienti!!
All’inizio fortunatamente abbiamo trovato dei “trainer” che ci hanno introdotto al mondo canino, mondo a noi quasi completamente sconosciuto, e ci hanno accompagnato in questo primo anno. Col tempo però ci siamo resi conto che ci mancava qualcosa per vivere serenamente il nostro rapporto: le nostre passeggiate erano infatti limitate al bosco o a spazi “semi deserti”, perché incontrare persone, bici, cani, macchine e moto era un problema: lui ci andava contro, lei ne era terrorizzata. Giorno dopo giorno abbiamo realizzato il limite che questo stava diventando per i nostri cani, per noi e quindi per la nostra vita.
Seguivamo già Christian Costamagna da circa un anno, avevamo preso i suoi libri, i suoi corsi e stavamo applicando il suo metodo.
Ma ... c’era qualcosa che non riuscivamo a sbloccare.
Due settimane fa abbiamo deciso di dare una svolta alla situazione non tanto per Igor, pensavamo, quanto per Dani. Abbiamo deciso di “sciropparci” 650 km e andare a Cuneo per una settimana per farci aiutare da Christian Costamagna!
Siamo partiti con una cagnolina che, per sentirsi “tranquilla”, aveva bisogno di almeno 6 metri di distanza dalle persone; siamo tornati con la stessa cagnolina che però un paio di giorni fa, ha passeggiato sotto i portici di Busca, larghi meno di due metri, e per le vie del centro di Alba e di Cuneo.
Miracolo!!
Il segreto??
Abbiamo trovato un professionista ed un uomo eccezionale, supportato da un team di persone meravigliose, competenti, educate e rispettose di noi e dei nostri cani.
Hanno avuto la pazienza di prenderci per mano e, giorno dopo giorno, farci capire e vedere dove avremmo potuto arrivare perché loro, con la loro esperienza, lo avevano già visto.
Avete cambiato la nostra vita, noi e di conseguenza i nostri cani, e di questo Vi saremo eternamente grati!
Il metodo Empathy Dog funziona?
Assolutamente si!
Ma solo ad una condizione! Fondamentale!
Solo se tu sei pronto a cambiare, solo se cambi te stesso .. non il tuo cane!
Il nostro messaggio? 
Come dice “un maestro”: Fidati di te stesso, fidati del tuo cane, e lui si fiderà di te e la Vostra vita sarà meravigliosa.
Siamo appena tornati a casa, alla nostra vita di sempre, abbiamo una valanga di cose da fare ancora, ma non siamo le stesse persone che sono partite 7 giorni fa.
Perché abbiamo visto cosa possiamo fare!
Perché lo abbiamo fatto!
Voi ci avete dato fiducia e noi non possiamo fare altro che ringraziarVi e restituirvela, portando avanti ciò che ci avete insegnato, finché non diventerà parte di noi!
Grazie grazie grazie Ale&Marco Dani&Igor
Come dice Silvia, in molti centri cinofili si pensa solo a far alcuni esercizi con cibo o con metodi coercitivi, senza tenere conto delle reali esigenze della coppia.

Perché con il metodo empathydog, anche rimanendo comodamente a casa tua, puoi imparare a vivere una vita serena con il tuo cane?

Perché tutto è basato sulla comunicazione, sul creare interesse nei tuoi confronti, sul diventare autorevole, diventando un vero leader e cercando di far emergere il carattere del cane per poter poi vivere la quotidianità in totale relax.

Si tende sempre a pretendere troppo dal cane senza dare mai nulla in più, si tende sempre solo a dare ordini senza capire il tempo ed il metodo corretto....

ecco perché il metodo EmpathyDOG ti può aiutare anche a distanza, perché ti da la vera consapevolezza del mondo del cane e ti da le competenze per poter essere quel punto di riferimento forte, sicuro e stimolante di cui il tuo amico a 4 zampe ha bisogno.

Non hai bisogno di fare esercizi fini a stessi, ne di usare premi in cibo o metodi duri, ma solamente il suo modo di comunicare.

Tutto questo lo puoi avere tranquillamente e comodamente a casa tua grazie al video corso!
Un rapporto non lo si può creare con l'addestramento, non lo si può creare solo con gli esercizi o con le sgridate.

Per creare un rapporto basato sulla fiducia, il rispetto, l'amore, e la collaborazione devi entrare in empatia con il tuo cane.

Devi metterti nei suoi panni e capire il suo modo di comunicare.

Devi riuscire a tirare fuori il suo carattere, capire le esigenze, la sua attitudine e la sua voglia di stare con te.

Non è semplice farlo se segui i classici metodi della cinofilia, lo è se segui e comprendi a fondo la sua vera natura.

Come fare se finora non hai compreso e non ti hanno insegnato questo concetto fondamentale?
Fare come ha fatto Alessia che dall'abruzzo ha iniziato a seguire il video corso ed ora è riuscita a comprendere a fondo i suoi due lupi cecoslovacchi!

E tu che tipo di rapporto vuoi?
Comprendere come diventare un leader autorevole ed amorevole è il primo passo per costruire un rapporto di rispetto e fiducia.

Rityna ha avuto cani da una vita ma la sua esperienza non è stata sufficiente per risolvere quelle piccole incomprensioni che c'era tra lei e le sue due cagnoline.

Saper creare un rapporto solido, forte, rispettoso nella sua totalità e divertente dovrebbe essere il desiderio di ogni persona.

Purtroppo ci sono ancora alcune persone che pensano che essere leader e che per avere un rapporto solido si debba usare la forza e metodi duri.

Beh non è proprio così.

Ci vanno le giuste competenze, anche senza diventare educatore le puoi apprendere, che se applicate ti permettono di far sentire al tuo cane tutto la tua presenza, sicurezza, determinazione, serenità ed amore.

Ecco perché serve conoscere a fondo il suo linguaggio e le sue necessità.

Proprio come ha fatto Rityna con le sue cagnoline puoi farlo anche tu e puoi arrivare a risultati straordinari..

Come?

Clicca qui sotto ed entra nel mondo EmpathyDOG

Avere un cane è un'esperienza magica, averne due raddoppia le soddisfazione e a volte, purtroppo, anche le difficoltà.

Tuttavia queste difficoltà si possono superare anche quando hai già affrontato diversi percorsi che ti hanno allontanato dal tuo risultato finale.

Si, si può vivere bene con due cani e li si può educare anche da adulti e lo si può anche fare comodamente da casa proprio come ha fatto Arianna.

Sai perché è possibile educare il tuo cane anche da casa?

Perché quelle che manca a molte persone sono le basi per creare un rapporto di fiducia, collaborazione ed amore con il proprio cane.

Non si tratta di esercizi noiosi ma di imparare il suo modo di comunicare e la sua psicologia così da rendere il vostro rapporto unico e magico.

Questo è quello che ti interessa, vero?

Bene allora sei nel posto giusto ed io posso aiutarti.

Perché è possibile educare il cane a distanza?

Perché si può creare un rapporto con il cane anche solo semplicemente seguendo un video corso??

Perché le uniche competenze che devi conoscere ed applicare spettano a te e non al tuo cane.

Eh si, il cane sa già fare il cane.

Tu sai come comunica, come ragiona, come affronta ciò che gli succede quotidianamente?

Ecco queste sono le domande che dovresti farti.

Non perché non mi ascolta?

Il mio cane è testone, non capisce ciò che gli chiedo, non ci sono speranze...


Le speranze ci sono sempre se sai come rapportarti con lui in ogni momento.

Io posso aiutarti.

Sempre se tu sei disposto ad apprendere queste competenze proprio come ha Fatto Gabbo e Giulia per la piccola Sophie.

Il benessere del cane deve venire prima di tutto...sempre!

Io sono qui per darti queste competenze e farti vivere il rapporto che hai sempre desiderato.
Questi sono solo alcuni degli esempi di risultati che hanno ottenuto i miei allievi e che potresti anche ottenere anche tu ed il tuo cane.
Vivere una vita ricca di emozioni e di esperienze con il proprio cane è il sogno di tutti.. in pochi però riescono a farlo a causa delle false credenze che hai sull'educazione cinofila...
Grazie al metodo EmpathyDOG non solo potrai cancellare queste false credenze ma potrai anche riuscire a goderti una passeggiata serena con il tuo cane, potrai lasciarlo solo a casa senza che ti distrugga tutto, potrai vederlo interagire con i suoi simili, riuscirai a farti ascoltare senza dover alzare la voce e senza dover usare quintali di premi in cibo...insomma sarai in grado di saper gestire qualsiasi situazione e lui ti seguirà perché ti ama e si fida di te e non perché ti teme o perché hai comprato il suo rispetto con del cibo!
© 2017 EMPATHY DOG® è un marchio gestito da EmpathyDOG S.R.L.
 Via Giuseppina Falletti 59 Fossano (CN) P.IVA 03862120049
Tutti i Diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale
Powered By ClickFunnels.com